Comparazione dei prodotti VMWare

All’inizio VMware era un prodotto unico mentre ora esistono alcune versioni differenti. Ciò può portare a una confusione al momento della scelta del prodotto più opportuno alle proprie esigenze. In questo articolo si cerca di fare un po’ di luce su queste versioni.

ESX Server

VMware ESX Server è il prodotto di punta con tutte le funzionalità incluse pensate da IBM. E’ indicato per i server “bare-metal”, perciò non è necessario caricare un sistema operativo che si occupi di gestire VMWare ESX Server. Il prodotto possiede un suo sistema operativo basato su un kernel, chiamato VMKernel, adattato di Red Hat Enterprise Linux. Uno dei punti di forza di ESX sono le prestazioni, permette di ottenere performance doppie rispetto a VMWare Server. VMware ESX Server è incluso nel prodotto VMware Infrastructure.

Caratteristiche salienti:

  • Specifico per le imprese
  • Fornisce High Availability
  • Migliore amministrazione
  • Usato per applicazioni enterprise come Oracle, SQL Server, Cluster e altre infrastrutture critiche.
  • Supporta dalle 4 alle 10 macchine virtuali per server (dipende dall’hardware)
  • Necessari almeno due processori arriva fino a 32 processori ( 128 virtuali) e un massimo di 64 GB di RAM
  • Non necessita di un sistema operativo sottostante perché usa un kernel appositamente creato per il prodotto.

VMWare Server

VMWare Server è il prodotto gratuito utilizzato su server aziendali, utilizza un sistema operativo sottostante (sia Windows sia GNU/Linux), le prestazioni sono minori rispetto ad ESX ma a differenza dell’altro prodotto questo è gratuito. Per le aziende che no hanno bisogno di molta scalabilità me necessitano solo di alcune virtual machine, questa soluzione più risultare la più appropriata. Il principale concorrente di VMware Server è Microsoft Virtual Server 2005 R2 .

Caratteristiche principali:

  • Utilizzato nelle piccole e medie imprese
  • Ottimo per testare del software in sviluppo
  • Adoperato spesso per server di Intranet e applicazioni condivise.
  • Supporta all’incirca 2-4 macchine virtuali per server (ciò dipende dall’hardware)
  • Può girare su server fino a 16 processori e la RAM massima è di 64 GB (limitata anche dal sistema operativo dell’host)
  • Installabile sia sui “pinguini” sia sui server Windows.

VMware Workstation

Workstation è la versione adatta all’uso come client workstation, per esempio è la più indicata per eseguire sistemi operativi desktop o server. E’ l’ideale per singoli utenti che devono provare software in vari ambienti eterogenei. Permette la creazione di snapshot, ovvero il salvataggio della macchina virtuale in una particolare configurazione che può essere ripristinata in momenti di necessità. Naturalmente virtualizzare ambienti grafici richiede un grande quantitativo di memoria e un processore potente. Purtroppo VMware Workstation non è gratuito a differenza di VMware Server. Il fatto è che sono due prodotti diversi, la versione Server è adatta alla virtualizzazione di prodotti server mentre Workstation è più comoda per gli sviluppatori grazie al gestore degli snapshot ed è più performante in ambito desktop.

Tratti specifici:

  • Fa girare sistemi operativi desktop con ottime performance
  • Costa 189 dollari.
  • Eccellente per testare software e applicazioni sviluppate.
  • Supporta tre tipi di collegamento di rete: Bridged, Host only e NAT.
  • Permette la condivisione di cartelle tra l’host e le macchine virtuali
  • Può accedere a lettori CD/DVD e a drive USB (disco, chiavette…)
  • Ha un gestore degli snapshot

VMware Player

VMware Player è il prodotto gratuito che permette di eseguire macchine virtuali con prestazioni simili a quelle di Workstation. E’ utile se si vuole far provare qualche applicazione appena sviluppata ad un utente senza proccuparci del costo dell’acquisto di VMware Workstation. Il player non consente la creazione di macchine virtuali.

VirtualCenter

Virtual Center fornisce una console centralizzata per l’amministrazione di tutti tipi di server con VMware, se sono presenti parecchi server con i prodotti della linea VMware, questo prodotto più rendere la gestione più rapida e produttiva di tutto il parco macchine.

VMotion

E’ uno strumento che permette di spostare delle macchne virtuali da un server all’altro o di trasferire un sistema operativo da un computer a una macchina virtuale senza interrompere i servizi che sono in esecuzione. Questo è importante per bilanciare il carico, ma richiede che si utilizza SAN.

Sia VMotion sia VirtualCenter fanno parte del prodotto VMware vManager.

VMWare Converter

Converter, come già approfondito in un precedente articolo, server per spostare i sistemi operativi che girano direttamente su un computer in una virtual machine, inoltre automatizza la migrazione delle macchine virtuali. In più può essere utile per creare delle copie di backup dei sistemi operativi su harware fisico. Questo prodotto prenderà il posto, a breve, di P2V Assistant.

Conclusioni:

VMware offre una gamma di prodotti differenti con varie caratteristiche: VMware ESX Server è la versione più evoluta che offre una grande flessibilità ma ha un costo molto elevato, VMWare Server è la scelta per le piccole aziende che virtualizzano qualche server, mentre Workstation è la più adatta per la virtualizzazione desktop.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *