Installare Rancher su Ubuntu 16.04 Xenial Xerus


Dopo una serie di guide su Rancher in Debian, vediamo assieme come installare Rancher su Ubuntu 16.04 Xenial Xerus. Ubuntu Xenial Xerus non ha bisogno di presentazioni: si tratta della prossima LTS di Canonical. Rancher propone un’interfaccia web che consente la gestione di immagini e gruppi di immagini (detti stack e/o servizi) per rendere il deploy di applicazioni con Docker più semplice.

Continua a leggere

Installare Docker su Ubuntu 16.04 Xenial Xerus

In questo tutorial vedremo come installare la versione ufficiale di Docker su Ubuntu 16.04 Xenial Xerus in maniera semplice e veloce.

Incluso in Ubuntu 16.04 Xenial Xerus è già disponibile la versione 1.6.1 di Docker pacchettizzata per la distribuzione, tuttavia in questo articolo scopriremo come installare la versione disponibile sul sito di docker.com che è più aggiornata.

Continua a leggere

Attivare WordPress su Docker con Rancher

Negli articoli precedenti abbiamo scoperto uno dei modi più semplici per installare l’ultima versione di Docker in aggiunta a Rancher. In questo tutorial vedremo come fare il deploy di due container, uno che ospita un web server sul quale è attivo WordPress e l’altro container con il database MariaDB che andrà a supportare WordPress.

Utilizzando Rancher, il deploy è abbastanza facile: in breve basta scegliere l’applicazione WordPress dal catalogo di Rancher e in pochi secondo verranno installati i servizi e lo stack necessari.

 

Continua a leggere

Installare Rancher server su Debian Jessie

Rancher è una suite di applicazioni che consente la gestione tramite interfaccia grafica di Docker che viene distribuito come un insieme di contenitori Docker. Avviare Rancher è piuttosto semplice così come il lancio di due container: un contenitore rappresenta il server di gestione e l’altro un nodo agente.

Si può installare Rancher su Debian Jessie, a patto che la versione installata di Docker sia superiore o ugiale alla 1.9 e sia disponibile almeno 1 GB di RAM.
Se avete seguito l’articolo precedente, dovreste avere al meno la versione 1.10 di Docker che soddisfa i requisiti.

Continua a leggere

Esporre servizi Docker all’esterno

Nel precedente articolo abbiamo visto come è semplice installare Docker su Debian Jessie. Abbiamo altresì installato e avviato il nostro primo container.

Ora vogliamo usare Docker in modo più “intelligente” e utile. Supponiamo di aver installato un web server o di aver attivato un servizio da esporre all’esterno tramite connessione tcp o Internet. Qui le cose si complicano perché Docker non permette di esporre servizi esterni di default (out-of-box).

Docker essenzialmente crea un’interfaccia virtuale chiamata docker0 che affianca la più nota eth0.

Continua a leggere

Aggiungere un datastore in VMware ESXi 6

Un datastore è un contenitore logico che può essere considerato come un disco con un suo filesystem adatto ad immagazzinare le immagini disco (i file .vmdk),  snapshot e i file di configurazione delle virtual machine. In VMware ESXi 6, sono presenti due tipologie di datastore: il classico datastore di formato VMFS e quello di tipo NFS.

Già VMware ESXi 5.5 ha introdotto il supporto per i dischi maggiori di 2 TB, anche con VMware ESXi 6 si possono avere dei dischi che eccedono i 2 TB: verranno creati più file vmdk in quanto il limite di dimensione massima di un file vmdk rimane 2 TB.

In particolare, con vmfs5 il formato GPT, che viene dato alla tabella delle partizioni, consente proprio di avere partizioni più gradi di 2TB.

In questo tutorial vediamo come aggiungere un datastore su un host VMware ESXi 6.

Continua a leggere

VMware ESXi 6

La scorsa settimana è stata resa pubblica, e scaricabile, la versione di VMware ESXi 6. Come per le ultime versioni dell’hypervisor, anche VMware ESXi 6 è disponibile gratuitamente, anche se con delle limtazioni rispetto alle licenze a pagamento. C’è da dire che per i primi 60 giorni, dall’installazione e attivazione della licenza gratuita, si possono provare tutte le funzionalità messe a disposizione dal software.

Continua a leggere

Installare owncloud su Debian 7

owncloud è una soluzione per la condivisione di file e informazioni sul web e può essere, senza molti problemi, un eccellente sostituto di Dropbox, la cui differenza principale è che ownCloud è gratuito e open-source.
Non ci sono particolari limiti perché con ownCloud i file condivisi possono essere fruiti sia da PC sia da smartphone installando un’app gratuita. Non è più necessario creare una casella di posta ad-hoc, per ottenere 500 MB in più.

ownCloud consente a chiunque di installare e utilizzare senza spendere altro denaro su un server privato (VPS), senza limiti di spazio di archiviazione (fatta eccezione per la capacità del disco rigido) o il numero di utenti collegati;
se avete un Raspberry Pi e una connessione ad Internet permanente non c’è neppure questa spesa.

In questo tutorial vediamo come installare la parte server, quella dove vengono memorizzati i file e le informazioni, di owncloud 7 su Debian 7 Wheezy.

Continua a leggere

Guida a CloudFlare

CloudFlare è un servizio, anche gratuito, che utilizza una infrastruttura simile a un content delivery network, come il famoso akamai. Questo permette di migliorare le prestazioni di un sito web in quanto le pagine possono essere caricate più velocemente perché sono salvate e restituite grazie ad un meccanismo di caching che riduce l’uso della CPU e della banda del proprio sito.
Inoltre CloudFlare aiuta a mantenere il sito attivo anche quando il server che lo ospita è offline per manutenzione o problemi. Continua a leggere