VPS: Regole d’oro prima dell’acquisto

Questo thread serve da guida a chi è interessato all’acquisto di una VPS e magari si affaccia la prima volta su questo mondo. E’ altresì ovvio, che prima di comprare un server, valgono le seguenti regole:

  1. Conoscere a menadito il funzionamento di Windows Firewall/IPTables.
  2. Essere in grado di gestire tutto anche senza un pannello di controllo. Il pannello di controllo ci può stare solo per comodità. Se però non siete in grado di smazzarvi IIS o Apache o chi per loro, alla prima difficoltà che risulta però regolare per il pannello sarete in braghe di tela!
  3. (Linux) Essere in grado di compilare dei sorgenti senza rompere le palle su 10.000 forum.
  4. Essere perfettamente e senza ombra di dubbio in grado di mantenere il sistema aggiornato quotidianamente. Non è uno sfizio, è un obbligo. Tutti i giorni escono fix per problemi di sicurezza di una o dell’altra cosa. Queto discorso vale più che mai se il server è Windows.
  5. Se proprio vi serve una VPS perché vi hanno cacciato per troppe visite quelli che vi forniscono l’hosting, fate un account managed, ossia il vostro dedicato lo fate gestire da un sistemista esperto.

Detto questo, sappiamo che esistono migliaia di piattaforme per virtualizzare. Quale sciegliere? Questa guida è basata a domanda e risposta.

D: Ho un paio di siti web che non richiedono troppe risorse. Voglio solo la possibilità di ricompilare un paio di moduli php, cosa mi serve?
R: Una soluzione low-cost basata su Virtuozzo o Xen va benissimo. Puoi ricompilare ciò che vuoi. Virtuozzo non permette di modificare lo SWAP e Xen si, mentre ambedue i sistemi di virtualizzazione non permettono il kernel rebuild. Xen permette di ricompilare i propri moduli nel kernel. Se avete intenzione di usare Plesk, sciegliete una soluzione basata su Virtuozzo perché Plesk costa meno e si integra alla perfezione con Virtuozzo.

D: Ho bisogno di estrema flessibilità, SLA e la possibilità di formattare e reinstallare tutto da 0, cosa mi serve?
R: E’ necessaria una virtualizzazione di basso livello, a partire dal BIOS. La soluzione più affidabile è quella VMWare based. Offre HA, e permette una struttura ultra-ridondata. Assicuratevi prima dell’acquisto che l’accesso a console vi venga dato, altrimenti potete accedere solo via RDP/SSH.

D: Non ho nessuna esperienza sistemitistica e…
R: Non c’è motivazione che tenga. Ci sono dei piani di hosting ottimi e che permettono buona flessibilità. Non prendete un server perché le conseguenze per voi, potrebbero essere disastrose.

Appena trovata una risposta a queste domande, vediamo ancora un paio di cose inerenti ai valori garantiti:

CPU
Per quanto riguarda Virtuozzo e Xen, il minino di CPU dipende dalla quantità di VPS sul server fisico. Soluzioni come VMWare ESX, invece, permettono di allocare il massimale ed il minimale anche per ogni CPU.

RAM
Xen non permette overselling della RAM. La RAM che viene allocata è quella fisica del server. Virtuozzo permette invece overselling anche di questa risorsa. Se comprate una VPS Virtuozzo based, chiedete al provider i valori minimi o il numero di VPS per macchina fisica. Ricordate inoltre che la RAM che avete disponibile in Virtuozzo,è la somma tra RAM e SWAP, non è pura RAM. E credetemi che la differenza in termini di prestazioni è notevole.
Se la piattaforma è VMWare ESX, chiedete al provider come ha configurato la RAM. E’ infatti possibile settare alla macchina virtuale una percentuale di RAM fisica del server host e una percentuale di SWAP del server host. Di solito, questa percentuale è 50%-50%.

Altro, per ora, non mi viene in mente. Amplierò questo lunghissimo post con altre domande/risposte e gestione delle risorse. Si accettano molto volentieri commenti e critiche.

Articolo scritto da Nicola “NikyAT1” Tosini moderatore di hostingtalk.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *