Gestire un vps


Una macchina virtuale VPS non è difficile da gestire autonomamente, ma bisogna fare attenzione altrimenti dei malintenzionati potrebbero prenderne il controllo e utilizzare il virtual private server per attività illecite. Dopo aver scelto quale sono le caratteristiche necessarie alle nostre esigenze ed aver acquistato il vps, si può cominciare a configurare il sistema operativo.
In questo caso abbiamo scelto Debian Squeeze, a 32 bit, perché è adatto ad essere in funzione su un vps dotata con poca RAM. Questa guida si rivolge a coloro che vogliono imparare a configurare un vps economico basato su Linux. Continua a leggere

SSH (seconda parte)

Port Forwarding e X Forwarding

SSH intercetta le richieste dei programmi, le cifra e le spedisce attraverso la rete. Il flusso dei dati generato da altre applicazioni che usando il protocollo di trasferimento TCP può essere cifrato al momento della spedizione e decifrato sul computer remoto.

Questa tecnica, detta port forwarding, è spesso usata per rendere sicura la trasmissione di informazioni mediante protocolli insicuri come Telnet, SMTP, IMAP, POP…

Se ci si vuole connettere a un server IMAP facendo si che la password e il nome utente non passino per la rete in chiaro si può usare la tecnica di port forwarding, tuttavia è necessario che il server abbia attivo un server SSH. Continua a leggere

SSH (prima parte)

ssh logoSSH come dice il nome è una shell sicura. Infatti se per collegarsi a un computer remoto si utilizza una normale shell i dati fra il computer e la macchina a distanza, i dati viaggiano in chiaro perciò chiunque durante la tratta potrebbe intercettarli e magari carpire username e password.
Invece con SSH i dati passano cifrati. La codifica dei dati diminuisce il carico utile di ogni pacchetto per cui ci sarà uno spreco di banda, ma quando la sicurezza è importante è opportuno affidarsi alla shell sicura. Continua a leggere