Uno sguardo a Oracle VM

Oracle VM è formato da tre parti: Oracle VM Server, Oracle VM Manager e Oracle VM Agent.

Il Server è l’ambiente che si occupa della virtualizzazione dei sistemi operativo, contiene l’hypervisor e va installato su un computer privo di sistema operativo. Oracle VM Manager è l’interfaccia di gestione del software e lo si deve installare su un altro computer. Ha bisogno di un sistema operativo Oracle Enterprise Linux Release 4 Update 5 o successive oppure Red Hat Enterprise Linux Release 4 o successive.

Oracle VM Agent si trova insieme al server e fa da collegamento tra il Server e il Manager.

 

oracle vm architettura

Il software di virtualizzazione si può scaricare dal sito http://www.oracle.com/virtualization, sotto forma di due file iso da masterizzare. Il file immagine di Oracle VM Server contiene un disco avviabile, mentre il disco del Manager va installato su un sistema operativo RedHat o Oracle.

Il software di Oracle permette di virtualizzare tante versioni di Linux senza problemi, mentre se si vuole adoperare sistemi Windows è necessario che il Server possieda un processore con estensioni per la virtualizzazione. Questo è necessario perchè Oracle VM Server usa la paravirtualizzazione, ossia i kernel dei sistemi sulle macchine virtuali devono contenere delle istruzioni specifiche per favorire le virtualizzazione. Tuttavia il software può anche usare la virtualizzazione completa (fully-virtualization) per gestire sistemi operativi che non possiedono le istruzioni compatibili.

I requisiti hardware del computer che farà girare la versione Server sono abbastanza alti. E’ consigliato un processore Pentium 4 o un Athlon, la memoria deve essere almeno di 1 GB, meglio se due. Per questo computer è opportuno assegnare un IP statico, così da non dover configurare un server DHCP.

L’installazione di Oracle VM Server è simile a quella di un sistema operativo Linux (tipo Debian).

Ad un certo punto della procedura viene chiesto a quale interfaccia di rete verrà collegato il computer con Oracle VM Manager e la configurazione della schede e rete.

Alcune schermate dopo si dovrà inserire la password dell’Agent, questa serve per accedere dall’host Manager al Server.

La macchina che esegue Oracle VM Manager deve possedere al minimo 2 GB di Ram e 4GB di spazio libero sul disco rigido e un processore 1,83 GHz. Oracle Enterprise Linux può essere scaricato da http://www.oracle.com/linux

I requisiti sono molto alti perché l’host che fa girare Oracle VM Manager può gestire più VM Server.

In più se è necessario accedere alle virtual machine usando sistemi operativi Windows è necessario installare sull’host Manager anche un software VNC. Sul sito di Oracle è disponibile il pacchetto tightvnc-java-1.3.9-1.noarch.rpm.

Prima di installare Oracle VM Manager bisogna accertarsi di aver applicato il seguente pacchetto libaio.rpm, disattivato i processi OC4J che occupano la porta 23791 e che le porte 8888 e 8889 siano libere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *