Lo scandalo dei certificati SSL di Comodo


Woody Leonhard di InfoWorld scava più a fondo lo scandalo dei certificati SSL di Comodo e trova le violazioni che mettono in discussione l’integrità del processo di certificazione SSL stesso.

Comodo si dipinge come una vittima, nel caso dei certificati SSL hijack (dirottati), affermando di essere stata ingannata dal governo dell’Iran nel rilascio di certificati elettronici i quali sarebbero serviti al regime iraniano per spiare i suoi cittadini.

Continua a leggere

Certificati SSL

Aggiornato il 22 maggio 2020 – Secondo una definizione più pratica che teorica, i certificati SSL sono dei file che contengono delle informazioni utili per garantire l’integrità dei dati, una comunicazione sicura e l’identità degli interlocutori di una connessione Internet.

SSL è l’acronimo di Secure Sockets Layer e indica il protocolli di sicurezza, nel corso degli anni le varie versioni del protocollo Secure Sockets Layer si sono dimostrate poco sicure per cui oggi, viene usato TLS (Transport Layer Security) che ne eredita le caratteristiche principali.

Quando ci si connette ad un sito di commercio elettronico tipicamente i nostri dati vengono cifrati al fine di evitare che qualcuno possa leggere ad esempio il numero della nostra carta di credito che consente, per chi non lo sapesse ancora, di prelevare il denaro senza possedere fisicamente il pezzo di plastica della carta di credito. Continua a leggere