Debian 6 Squeeze

Dopo quasi due anni dalla pubblicazione di Debian 5 Lenny, è arrivata, sebbene in ritardo, anche quest’ultima versione della nota distribuzione GNU/Linux: Debian 6 Squeeze.
La principale novità è sicuramente il fatto che ora Debian non è più una sola distribuzione Linux ma è anche una distribuzione FreeBSD. In aggiunta al famoso kernel, troviamo infatti il kernel di FreeBSD. L’inserimento di questo componente è “un esperimento” veramente interessante: nonostante sia dichiarato stabile e funzionante è da notare che il kernel non è del tutto completo perché mancano alcune funzionalità che per mancanza di tempo o di rodaggio verranno inserite soltanto nella prossima versione stabile di Debian.

La seconda novità è la l’esclusione di tutti i programmi o driver che non sono rilasciati con licenza libera. Questo comporta, sfortunatamente, il mancato riconoscimento di periferiche delle quali i costruttori non abbiano realizzato un driver libero. Per questo motivo mi sembra doveroso classificare Debian tra le distribuzioni software non adatte a novizi. Infatti è necessario abilitare i repository non free che contengono programmi e driver non liberi per poter adoperare componenti hardware particolari o sfruttare l’accelerazione 3D di alcune schede video.

Sperando che i firmware per la propria interfaccia di rete funzionino, è doveroso effettuare un aggiornamento del sistema mediante i classici (con privilegio di root):

# apt-get update && apt-get upgrade

Se è necessario abilitare i repository non liberi si devono aggiungere due riga di testo al file /etc/apt/source.list

deb http://ftp.it.debian.org/debian/ squeeze main contrib non-free
deb http://security.debian.org/ squeeze/updates main contri
b

Dopo l’inserimento di queste due linee è opportuno aggiornare l’elenco delle fonti usando:

# apt-get update

In alternativa si possono aggiungere i repository, andando nel menù Sistema, Amministrazione, Sorgenti software e spuntare la seconda e la terza casella della finestra che appare cioè indicando “Software compatibile con le DFSG con dipendenze non libere (contrib)” e “Software non compatibile con le DFGS (non-free)”.

L’installazione default di Debian sfrutta il vecchiotto Linux 2.6.32-5, considerando che al momento del rilascio è disponibile la 2.6.37. A differenza di Lenny, la procedura è più corta e più rapida. Certamente un vantaggio. Tra i software disponibili troviamo MySQL 5.1.49-3, Apache 2.2.16-6 (manca anche in Squeeze il mod-security), PHP 5.3.3-7, Nginx 0.7.67-3, Postgresql 8.4.7-0squeeze2, Python 3.1.3-1 (ma anche 2.5 e 2.6), openjdk-6-jre 6b18-1.8.3-2+squeeze1, gcc 4.4.5-8 (ma anche 4.1 e 4.3), gnash 0.8.8-5, IceWeasel 3.5.16-4 e tanti altri.

  • Installare le Virtualbox Guest Addition su Debian Linux...

  • Installare TinyOS 2.0.2 su Debian Squeeze...

  • Installazione di Nagios...

  • Driver ATI per LINUX 8.36.5...

  • Nginx...

  • Installazione di WordPress su Apache...