Installare vncserver su Oracle Linux 7

Installare vncserver su Oracle Linux 7

VNC, o “Virtual Network Computing”, è un sistema di connessione che consente di utilizzare la tastiera e il mouse per interagire con un ambiente desktop grafico su un server remoto. VNC semplifica la gestione di file e del software su un server remoto agli utenti che non sono a loro agio con la linea di comando.

Su Oracle Linux 7, Centos o Red Hat, la funzionalità standard di share del desktop è facile da attivare ma è utilizzabile soltanto con pochi client VNC: collegarsi da Windows al server non è facile perchè la maggior parte dei client non supporta il protocollo di autenticazione di Vino Server, per cui è opportuno adottare un’alternativa installando vncserver.

Una volta completato il processo, sarai in grado di accedere facilmente al tuo server con l’aiuto di uno strumento di visualizzazione VNC, come vncviewer. Analizziamo i passaggi.

Per installare vncserver su Oracle Linux 7 occorre installare il pacchetto tigervnc-server (non è sufficiente la versione minimal):

# yum install tigervnc-server

Creare un utente, se non già presente, che possa essere utilizzato per collegarsi via VNC; meglio non utilizzare l’account root:

# adduser username

Aprire il file vncserver@.service con un editor di testo:

# nano /lib/systemd/system/vncserver@.service

Mettere il carattere di commento # davanti alle righe ExecStartPre, ExecStart, PIDFile, ExecStop e insere queste linee dove al posto di UTENTE mettere il nome dell’utente creato per vnc.

ExecStartPre=/bin/sh -c ‘/usr/bin/vncserver -kill %i > /dev/null 2>&1 || :’
ExecStart=/sbin/runuser -l UTENTE -c ‘/usr/bin/vncserver %i -geometry 1024×768’
PIDFile=/home/UTENTE/.vnc/%H%i.pid
ExecStop=/bin/sh -c ‘/usr/bin/vncserver -kill %i > /dev/null 2>&1 || :’

Salvare il file e poi copiarlo in /etc/systemd/system/vncserver@:1.service

# cp /lib/systemd/system/vncserver@.service /etc/systemd/system/vncserver@:1.service

Se SELINUX è attivo, cambiare l’etichetta del file:

# chcon -u system_u “/etc/systemd/system/vncserver@:1.service”

Ricaricare systemctl usando il comando:

# systemctl daemon-reload

 

A questo punto bisogna impersonare l’utente

# su – UTENTE

Creare una password di accesso per VNC col comando:

$ vncpasswd

 

Abilitare il traffico di vnc-server attraverso il firewall del sistema operativo

# firewall-cmd --permanent --zone=public --add-service vnc-server
# firewall-cmd --reload

Abilitare il servizio all’avvio del sistema

# systemctl enable vncserver@:1.service

Avviare il servizio

# systemctl start vncserver@:1.service

 

Ora è possibile collegarsi via VNC alla porta 5901.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *