CentOS 8 è l’ultima versione di CentOS uscita appena qualche giorno fa. Vediamo in questo articolo come instalare Tomcat su CentOS 8.

Toshiba 4TB Canvio Basics Portable External Hard Drive,USB 3.2. Gen 1, Black (HDTB440EK3AA)

Tomcat è il famoso application server per eseguire applicazioni, war, scritte in Java.

La prima cosa da fare, se non l’avete già fatto, è installare il java developer kit (o JDK) su CentOS. Si può optare per la versione openJDK oppure per la versione ufficiale di Oracle.

In questo tuttorial scegliamo la versione open. A sua volta possiamo scegliere fra openJDK 8 e l’ultima versione LTS openJDK 11. La scelta va fatta in base alle vostre esigenze e al vostro codice.

Aggiorniamo il sistema con il classico

# yum update

Se non è già installato, installare anche wget:

# yum install wget

Poi installiamo openJDK accettando anche le dipendenze, per installare JDK 8:

# yum install java-1.8.0-openjdk-devel

OPPURE per installare JDK 11

# yum install java-11-openjdk-devel

Creiamo un’utente chiamato tomcat9 che serve per eseguire Tomcat.

# useradd -r tomcat9

# mkdir /usr/local/tomcat9

Ora usando wget scarichiamo l’ultima versione di Apache Tomcat:

wget http://mirror.nohup.it/apache/tomcat/tomcat-9/v9.0.26/bin/apache-tomcat-9.0.26.tar.gz -O apache-tomcat-9.0.26.tar.gz

Scomprimiamo l’archivio con il classico:

tar zxvf apache-tomcat-9.0.26.tar.gz --strip-component=1 -C /usr/local/tomcat9

Assegniamo tomcat9 come proprietario dei file estratti:

# chown -R tomcat9:tomcat9 /usr/local/tomcat9

Ora è necessario scrivere uno script per l’avvio e lo spegnimento del deamon in modo che possa essere gestito a livello di sistema operativo, magari all’accensione e allo shutdown del PC.

Creiamo una unit con un editor di testo come nano o vi:

nano /etc/systemd/system/tomcat.service

All’interno incolliamo questo testo.

[Unit]
 Description=Apache Tomcat Server
 After=syslog.target network.target

 [Service]
 Type=forking
 User=tomcat9
 Group=tomcat9

 Environment=CATALINA_PID=/usr/local/tomcat9/temp/tomcat.pid
 Environment=CATALINA_HOME=/usr/local/tomcat9
 Environment=CATALINA_BASE=/usr/local/tomcat9

 ExecStart=/usr/local/tomcat9/bin/catalina.sh start
 ExecStop=/usr/local/tomcat9/bin/catalina.sh stop

 RestartSec=10
 Restart=always

 [Install]
 WantedBy=multi-user.target

Salvare il file e ricaricare systemd:

# systemctl daemon-reload

Quindi avviare il servizio Tomcat, abilitarlo per l’avvio automatico all’avvio del sistema e controllare lo stato utilizzando i seguenti comandi.

# systemctl start tomcat.service

# systemctl enable tomcat.service

Se desiderate che Tomcat sia visibile all’esterno del vostro server/pc, dovete autorizzare il traffico tramite regole di firewalling:

firewall-cmd --zone=public --permanent --add-port=8080/tcp
firewall-cmd --zone=public --permanent --add-port=8443/tcp
firewall-cmd --reload

Tomcat utilizza le porte 8080 per le richieste HTTP e 8443 per quelle HTTPS. Ora per verificare che sia funzionante basta lanciare col proprio browser la pagina

http://localhost:8080

Dovrebbe apparire la seguente pagina web.

Se avete problemi con l’installazione, fatemi sapere!

Di valent

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *