SuSE – OpenSuSE

Qual è la differenza tra SuSE e OpenSuSE?

SuSE è la distribuzione in scatola, a pagamento, di Novell; mentre OpenSuSE è la versione scaricabile gratuitamente. Praticamente sono uguali. Di SuSE, quella a pagamento, ne esistono alcune versioni per Workstation o Server come SuSE Linux Enterprise Server.

OK, let’s go!

SuSE/OpenSuSE è una delle poche distribuzioni (insieme a quelle di Red Hat) che vengono supportate ufficialmente dai maggiori distributori di hardware che rilasciano driver o software per Linux. Per fare un solo esempio, VMware Server è pronto da installare con qualche click per SuSE (OpenSuSE) mentre per Ubuntu (ma anche altre distro) la cosa è un po’ più complessa.

Questa distribuzione è sicuramente adatta a un principiante, soprattutto quelli abituati con Windows. A differenza di altre, SuSE/OpenSuSE ha un pannello di controllo completo di nome Yast che permette di gestire l’hardware, il software e varie impostazioni con un’intuitiva interfaccia grafica.

L’ultima versione stabile di OpenSuSE è OpenSuSE 10.2, ma a breve sarà disponibile la 10.3.

I tempi del rilascio di una nuova distribuzione stabile si sono molto dilatati. Le prime versioni uscivano con una frequenza molto rapida. Ora seguendo la tendenza di molti produttori di sistemi operativi Linux, una versione all’anno è più che sufficiente.

Questo è senz’altro un vantaggio, meno versioni e meno problemi di incompatibilità o di dover supportare tanti sistemi operativi eterogenei. D’altro canto però significa adoperare un kernel vecchiotto oppure programmi superati.

Se si vuole una distribuzione super aggiornata che esce circa ogni sei mesi, si scelga tra Ubuntu, Kubuntu, Xubuntu, Edubuntu…

Quale software include OpenSuSE?

Fino ad ora è stata lasciata all’utente la scelta dell’ambiente desktop preferito: Gnome, Kde, o un ambiente leggero. Credo che la cosa sarà così anche per le prossime uscite.

Il desktop environment è sempre quello più aggiornato al momento della creazione dei supporti per il download o la vendita (Gnome 2.16 e Kde 3.5 per la 10.2). Così succede anche per il kernel.

Nella 10.2 ci si trova un kernel Linux 2.6.18, nella beta1 della distribuzione c’è un 2.6.22.

Nell’installazione standard sono inseriti anche alcuni pacchetti proprietari tra cui dei set di caratteri, dei firmware di periferiche…

Naturalmente non possono mancare OpenOffice.org e Firefox.

Insomma tutto il software che ci si aspetta di avere a disposizione si trova sui CD oppure sul DVD.

Svantaggi o operazioni piuttosto scomode con OpenSuSE/SuSE

Una cosa su tutte: la gestione degli aggiornamenti del sistema operativo e del software. Non sono state configurate le sorgenti di installazione degli aggiornamenti per cui se si usa un tool di aggiornamento, il sistema non troverà del software aggiornato. Pertanto è importante aggiungere dei repositori dove Yast o un qualsiasi software per l’aggiornamento possano reperire pacchetti “freschi”. Nonostante la configurazione dei repository, l’aggiornamento è lento. Molto più lento di quello di un sistema operativo con apt-get (Debian e derivate).

Dove e quando si usa SuSE e OpenSuse

SuSE, come scritto nella parte iniziale dell’articolo, esce anche per Server e Workstation (a pagamento). Ciò significa che c’è un buon mercato per queste versioni. Viene, di fatto, installata su macchine server per gli uffici e su workstation. E’ una delle distribuzioni usate da DELL per i suoi computer.

In ambito Desktop, può vantare numerosi utenti. Si tratta infatti di una delle distribuzioni più adoperate; anche in Italia.

 

usebar opensuse

Una mia considerazione: trovo che SuSE/OpenSuSE sia la più semplice da usare dopo Mandriva per gli utenti che vengono da esperienza con il sistema operativo di Microsoft.

Origini e storia

Contrariamente a quanto si possa pensare SuSE/OpenSuSE non è nata da una costola (fork) di Red Hat Linux, bensì da Slackware.

Le prime versioni della distribuzione erano prodotte da SuSE; una azienda tedesca che aveva scelto quella promettente strada che sembrava assicurare la rivoluzione Linux (gloriosi anni novanta:)). Come azienda europea aveva sostenuto KDE (europeissimo) come ambiente desktop, durante la guerra fra troll e gnomi :).

Purtroppo le aspettative dell’esplosione Linux vennero meno; ma a differenza di altre distribuzioni, SuSE Linux è sopravvissuta. Insieme al colosso Red Hat era l’unica a poter contare sugli introiti per le distribuzioni installate su Server o Workstation.

Un bel giorno arriva Novell, società statunitense con un alto capitale, e sradica dall’Europa SuSE.

Novell stringe accordi con Microsoft per la realizzazione di porting di tecnologia Microsoft su sistemi operativi con Linux come kernel. La cosa ha fatto arrabbiare parecchia gente tra cui la FSF, Free Software Foundation, che ha rilasciato la “punitiva” (preciso: sotto questo aspetto) GPL 3.

Sembra ci sia un interesse ad acquisire SuSE ( e Novell) da parte di Oracle, gigante dei database, spero siano solo voci :).

Extra

Per i patiti della virtualizzazione, come me, l’installazione di Xen è automatizzata e lo si può scegliere come opzione nella fase di installazione della distribuzione. Tutti i software principali per creare virtual machine si installano semplicemente (eccezione kvm, vabbè il mondo non è perfetto :)): Qemu (dal pacchetto precompilato), VirtualBox, VMware Workstation, VMware Server, VMware Player e Xen.

Informazioni e riferimenti:

www.opensuse.org – Download, informazioni su OpenSuSE

www.novell.com – Attuale proprietaria di Novell SuSE Linux

www.suseitalia.org – Una delle comunità per le distribuzioni SuSE delle migliori in Italia.

www.suselinuxsupport.de – Comunità internazionale (in inglese) di supporto.

Per altro, usate il motore di ricerca che preferite.

14 pensieri riguardo “SuSE – OpenSuSE

  1. Di ME ha detto:

    opensuse e software vecchio ?! ma sei matto ! il software e’ nuovissimo quando esce, poi ufficialmente loro mantengono lo stesso package stabile fornendo solo le FIX, ma nessuno ti impedisce di settare i repository e installare ogni 2 giorni l’ultima release del kernel, di KDE e degli altri componenti.

  2. admin ha detto:

    ???
    Hai letto il post? Chi ha detto che il software è vecchio?
    Se intendi per Ubuntu, è vero che escono nuove versioni ogni 6 mesi. Mentre per Suse sono più lenti, ma si può sempre aggiornare. Il problema è per chi non possiede una connessione a internet veloce, che acquista il dvd della distribuzione nelle riviste.

  3. Di ME ha detto:

    Qualcuno in un post che a quanto pare e’ stato rimosso diceva che suse usa software piu’ vecchio e cmq voler rilasciare la distro ogni 8 mesi invece che ogni 6 non e’ un male, al contrario! I tempi tecnici per stabilizzare una distribuzione sono piu’ importanti del +0,1 nel numero di release di una libreria, difatti si vede ubuntu 7.10 bella stabile che molta gente preferisca rimanere con la 7.04.

    Poi ubuntu tela danno su CD, setup minimale, suse su DVD con bene o male TUTTO o quasi, chi non ha la connessione a banda larga per scaricare dai repo almeno con suse ha molto + package a disposizione mentre con ubuntu ha solo le fondamenta del sistema con poco altro sopra….

  4. admin ha detto:

    Non ho rimosso nessun post di questa discussione.

  5. Jena Plisskin ha detto:

    Ciao,

    anche io sono un patito della virtualizzazione 🙂 proprio in questo momento è in fase di installazione OpenSuse 10.3 (prima di leggere l’articolo 😉 ) e credo sia una delle migliori in fatto di integrazione di questi strumenti.
    XEN ho provato ad installarlo anche su Lenny e Slack, ma non c’è verso per diversi motivi, qui bene al primo colpo. Ora farò delle prove.
    Piuttosto VMWare Server funziona bene ? Vorrei fare una rete visrtuale per provare una rete Active Server e purtroppo il mio P4 non è ovviamente VTI-dotato.

  6. admin ha detto:

    Vmware Server è la versione gratis di Vmware per i server, non è però come Vmware Server esx. Confrontando VMware Server (non esx) e Xen, Xen è migliore.

  7. domenico saba ha detto:

    vorrei installare vmware su suse linux 10.3 per far virtualizzare tutto il mio sistema Xp installato con tutti i suoi programmi. Come fare. Ho scaricato VMware-workstation-6.0.2-59824.i386.RTM ma non installa.

  8. admin ha detto:

    Dove trovi l’errore?
    Per installarlo sei in modalità super user?

  9. rubin ha detto:

    è più leggero xubuntu o suse?

  10. valent ha detto:

    Se adoperi un desktop environment (DE) leggero anche con Suse puoi risparmiare molte risorse, nella fase di installazione è possibile scegliere fra KDE 4, KDE tradizionale, GNOME, altri DE (xfce,…), oppure solo testuale.
    Xubuntu ti permette di adoperare tutti i programmi già pronti per Ubuntu usando però un ambiente desktop leggero. Funziona al meglio con 256 MB di ram e richiede meno di 2 GB di spazio su disco. Gli stessi requisiti di OpenSuse se usi un DE leggero (ovviamente se usi KDE o GNOME sono meglio 512 MB).

    Screenshot di xfce su OpenSuse: http://files.opensuse.org/opensuse/en/e/ea/OS11-xfce-1.jpeg

  11. Alessandro ha detto:

    Domanda su Open suse, se io volessi aggionare la versione 10.3 a 11 come faccio ???? dato che la utilizzo come server e devo dire che molto stabile vorrei capire come aggiornare la distro senza istallare nuovamente tutto, il che mi darebbe alcuni problemi .. La installazione e solo testuale infatti pesa solo 600 mb sul server …

  12. valent ha detto:

    Scarichi il CD di installazione di OpenSuse 11, riavvia il pc con il supporto inserito per procedere con una installazione.
    In uno dei menu d’installazione viene chiesto se si vuole aggiornare oppure installare nuovamente. Scegli l’aggiornamento della distribuzione

  13. Alessandro ha detto:

    il problema e che la macchina fisicamente in una farm e cercavo di capire come aggiornare la distro senza dover essere fisicamente davanti tutto li .. Dato che e circa 300 km di distanza mi risulta un problema adare e tornare per aggiornare la distro, oppure sto valutanto per usare una distro che possa essere gestista a distanza tipo Ubuntu server ma non mi convince molto tutto li.

  14. valent ha detto:

    Ok, scusa per il ritardo.
    Allora sostituisci i repository della tua versione alla ultima (tipo http://download.opensuse.org/update/10.3/ -> http://download.opensuse.org/update/11.0/ )
    Poi usi il comando:
    zypper dup

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *