Assegnare un IP statico in Ubuntu 20.04


Impostare un IP statico, ossia un indirizzo IP che non cambia, in Ubuntu 20.04 non è molto difficile. La modifica può essere fatta via interfaccia grafica nella versione desktop, mentre nella versione server di Ubuntu 20.04 è necessario usare la riga di comando.

Per prima cosa occorre individuare il nome dell’interfaccia di rete alla quale sarà assegnato l’indirizzo IP statico. Per scoprirlo basta usare il comando:

ip a

Nell’output generato dal comando si può vedere che la scheda di rete che ha l’IP 192.168.217.9 (assegnato tramite DHCP ossia dinamicamente) si chiama ens192.

Ora possiamo creare un file di configurazione della scheda di rete.

sudo vi /etc/netplan/50-my-init.yaml

In questo file incolliamo questo testo, opportunamente modificato con i nostri parametri.

network:
    ethernets:
        ens192:
            dhcp4: false
            addresses: [192.168.217.32/24]
            gateway4: 192.168.217.1
            nameservers:
              addresses: [192.168.217.1,8.8.8.8]
    version: 2

ens160 corrisponde al nome dell’interfaccia di rete recuperato col comando ip a. 192.168.217.32 è l’IP statico che abbiamo scelto per la nostra rete, mentre /24 corrisponde alla netmask. Il gateway della rete è specificato dalla voce gateway4.

Si possono aggiungere anche diversi indirizzi IP dei DNS, questi vanno separati con una virgola; per esempio nel caso sopra gli indirizzi dei server DNS sono 192.168.217.1 e 8.8.8.8.

La vecchia configurazione della scheda di rete era in DHCP, quindi spostiamo il vecchio file in modo che esso possa essere recuperato ma non sia attivo:

sudo mv /etc/netplan/00-installer-config.yaml /etc/netplan/00-installer-config.yaml_old

A questo punto è possibile applicare la nuova configurazione usando il comando:

sudo netplan apply

Ora eseguendo il comando ip a potremmo scoprire come la scheda di rete ha un indirizzo IP statico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *