VirtualBox

virtualboxVirtualBox è un software per la adoperare più sistemi operativi contemporaneamente su un solo computer rilasciato con due licenze: freeware (o meglio, PUEL per uso personale) e GPL. Alle due licenze corrispondono due versioni diverse: VirtualBox e VirtualBox OSE. La versione OSE è quella che segue la GNU Public License, questa è disponibile come pacchetto di installazione delle distribuzioni GNU/Linux oppure nei repository della varie distro. VirtualBox OSE contiene delle funzionalità in meno rispetto alla PUEL che però vengono solitamente inserite in versioni successive tipicamente.
Se non sapete cosa scegliere, vi consiglio di scaricare la versione PUEL valida per Windows, Linux e Mac OS X.
Dopo aver scelto quale è la più indicata si può passare all’installazione. Queste istruzioni di solito sono valide anche per le versioni più vecchie del programma di virtualizzazione.

Installare VirtualBox è molto semplice, basta scaricare il pacchetto precompilato per il proprio sistema operativo: Windows, Debian, Suse (OpenSuse), Ubuntu, Fedora, Mac OS X che solitamente ha una dimensione di poco inferiore ai 70 megabyte. C’è la possibilità anche di scegliere l’architettura in uso: 32 bit (i386) oppure 64 bit (AMD64). Su Linux è possibile che siano richiesti dei pacchetti aggiuntivi per risolvere le dipendenze come libqt4-opengl in Debian Squeeeze.

Al termine dell’installazione se si usa Linux, è bene aggiungere il proprio utente ad gruppo vboxusers, se non è stato già fatto (nei commenti le istruzioni per aggiungere l’utente).

Il programma è fornito di una piacevole interfaccia grafica con la quale si possono gestire tutti gli aspetti delle virtual machine: creazioni di dischi, gestione macchine virtuali…

 

Per creare una virtual machine nuova, basta cliccare sull’icona Nuova. Nella finestra “Nome MV e sistema operativo” si deve digitare un nome da dare alla macchina virtuale. Dal menù a tendina si può indicare il sistema operativo o il kernel che sarà adoperato della virtual machine; sono disponibili DOS, Windows 3.1, Windows 95, Windows 98, Windows Me, Windows NT 4.0, Windows 2000, Windows XP, Windows Server 2003/2008, Windows Vista, Windows 7, Windows 8 Linux 2.2, Linux 2.4, Linux 2.6, OS\2 Warp 3, OS\2 Warp 4, OS\2 Warp 4.5, FreeBSD, OpenBSD, NetBSD, Netware, Solaris, L4. Con alcuni accorgimenti è possibile installare anche Snow Leopard.

Nella finestra successiva si può scegliere la quantità di RAM da assegnare alla macchina virtuale. Il massimo acconsentito è la dimensione della RAM fisica: è opportuno assegnare molto meno spazio della RAM e questa impostazione deve essere stabilita in base al numero delle macchine virtuali fatte girare contemporaneamente. Indicativamente per Windows XP potrebbero essere utili dai 256 MB ai 512 MB, per Linux dipende dall’uso o meno di un ambiente desktop.

Avanzando, appare la finestra per la creazione di un’immagine, ovvero di un hard disc virtuale, dove installare il sistema operativo prescelto. C’è la possibilità di indicare un disco fisso virtuale esistente oppure creare uno ex-novo.

Si può specificare la dimensione cliccando su Nuovo oppure scegliere un’immagine già esistente; si possono adoperare immagini di formato: vdi (nativa), vmdk (compatibile con vmware), vhd (compatibile con Virtual PC e Hyper-V) e HDD (Parallel). Purtroppo non sono supportate immagini in tipo raw o qcow.

Durante la creazione di un nuovo disco virtuale è utile lasciare che il disco abbia una dimensione variabile, scegliendo la voce allocato dimanicamente, così sarà prodotta un’immagine che crescerà a man mano che servirà lo spazio, mentre con una dimensione fissa verrà creato un file della dimensione del disco virtuale.

Il nome dato al disco virtuale di default è il nome della macchina virtuale, meglio lasciarlo così com’è. E’ bene invece modificare la dimensione massima del disco a seconda del sistema operativo adoperato e all’uso che si vorrà fare del disco. La dimensione massima del file è determinata dal file system dove sarà memorizzata. Per esempio usando un file system, su sistema operativo ospitante, con FAT 32 sarà non più di 2 GB.

Il file verrà posizionato nella cartella adoperata da VirtualBox. Utilizzando Linux come sistema operativo sarà posizionata in /home/utente/.VirtualBox/VDI/ oppure /home/utente/VirtualBox VMs/ mentre in Windows.

Nella finestra successiva appare un riepilogo sulla virtual machine. Terminando il procedimento compare la schermata principale di VirtualBox che mostra la nuova macchina virtuale appena preparata.

In particolare la macchina di nome Ubuntu, che ora è spenta, disporrà di 512 MB di RAM, ha una scheda video da 12 MB e un hard disc di capacità 8 GB.

Per avviare la macchina virtuale basta selezionarla e premere avvia.

Apparirà una schermata che indica come poter uscire dalla finestra della macchina virtuale. Per uscire basta premere i tasti indicati in basso a destra.

Al primo avvio, viene presentata una guida all’uso.

E’ possibile scegliere da quale dispositivo installare il sistema operativo: o dal lettore o dal floppy o da un’immagine auto avviabile presente su un supporto (es: immagine del cd di Windows XP).

Si possono modificare la quantità della memoria e altri paramenti nel menù Impostazioni.

Si può aggiungere altri due dischi virtuali come primary slave e secondary slave, abilitare e montare il floppy disc, un lettore CD o DVD, gestire la sezione audio o le impostazioni di rete per la macchina virtuale e il desktop remoto.

Se si possiede un processore che supporta le istruzioni per la virtualizzazione VT-X o AMD-V, è possibile abilitare la funzione che renderà la virtualizzazione più performante nel menù Sistema quindi Accelerazione.

Errori

Può capitare che l’installazione abbia qualche problema, ad esempio può comparire il messaggio: Accesso al sottosistema USB non riuscito. Impossibile caricare il servizio Host USB Proxy (VERR_FILE_NOT_FOUND). Il servizio potrebbe non essere installato sul computer host. NS_ERROR_FAILURE (0x00004005)
In questo caso può essere che ci sia un conflitto se Vmware è installato sullo stesso computer. Per risolverlo occorre disinstallare Vmware.

Video che mostra la creazione di una virtual machine con VirtualBox

VirtualBox

Scarica il video in formato e risoluzione originale (migliore qualità delle immagini)

Potrebbero interessarti anche...

244 Risposte

  1. claudio ha detto:

    ho installato virtualbox su un computer che aveva vista ed ho messo xp non riesco a stampare come mai

  2. valent ha detto:

    E’ USB o Parallela?

  3. adriano ha detto:

    Salve ho installato Virtual Box 2.1.4 con sistema XP su un portatile che ha sistema operativo VISTA.

    Quando vado ad avviare Virtual Box XP non mi riesce, mi dà il seguente messaggio:
    VRPD server port 3389 is already in use.

    E_FAIL (0x80004005)

    C’è qualche settaggio da modificare?

    Grazie x l’aiuto
    Adriano

  4. valent ha detto:

    Entra nella cartella dove è installato virtualbox e a riga di comando digita:
    VBoxManage.exe modifyvm -vrdpport 4777
    Così la porta VRPD sarà cambiata da quella originale che probabilmente nel tuo sistema è in uso con una libera 4777.

  5. mino ha detto:

    Guidaperfetta complimenti, io ho un amd dualcore con 1024 mb di ram e quando faccio partire l’ambiente virtuale dopo un po che lo uso (generalmente xp) il mouse comincia a non funzionare bene va per fatti suoi e qualche volta sfora la finestra dell’ambiente virtuale, mi puoi aiutare?
    Grazie

  6. Engelium ha detto:

    Ciao

    Ho installato Kubuntu 8.10 su VirtualBox … tutto OK ma ho un problema: nonostante abbia installato la Guest Addition non mi permette di aumentare la risoluzione video oltre la misera 800×600 (assolutamente inadeguata per lavorare)

    Non credo abbia niente a che fare con l’host (Win Vista, 1280×800) anche perchè cercando in rete pare sia un problema molto comune

    Ci sono soluzioni? (tutte quelle che ho trovato non vanno bene per Kubuntu)

    Grazie

  7. Engelium ha detto:

    Allarme rientrato… dopo un riavvio adesso riesce ad adattare sufficientemente bene la risoluzione alla dimensione della finestra ed anche in Full screen

    Grazie lo stesso 🙂

  8. chry ha detto:

    ciao…. io ho installa virtualbox su un mac… ho creato una finestra ma quando la apro compare una schermata nera con scritto:
    FATAL: no bootable medium found! sistem halted.. cosa devo fare???? grazie

  9. valent ha detto:

    Devi installare un sistema operativo.
    Inserisci il CDROM (o DVD) nel lettore, vai nelle impostazioni della macchina virtuale e nel menù CD-ROM abilita l’unità corrispondente.

  10. chry ha detto:

    ma devo installare un cd windows???

  11. valent ha detto:

    Mi pare che ci sia già un commento che parla di questa questione:
    http://www.valent-blog.eu/2007/06/30/virtualbox-140/comment-page-2/#comment-14683
    Devi installare _tu_ un sistema operativo, non è già installato.

  12. chry ha detto:

    ciao valent.. io ho letto ma non ci capisco molto, ho lo stesso problema di martina… mi puoi spiegare passo per passo??? perchè il mio manuale è in inglese… grazie

  13. valent ha detto:

    Ok 🙂
    VirtualBox ti permette di creare delle macchine virtuali che non sono altro che delle “finestre” che contengono dei sistemi operativi. Su queste macchine virtuali puoi installare un sistema operativo di quelli supportati da VirtualBox (http://www.virtualbox.org/wiki/Guest_OSes). La procedura di preparazione della macchina virtuale serve per generare un file di qualche gigabyte (detto disco immagine o hard disc virtuale) dove il sistema operativo che vuoi installare posizionerà i suoi file. Ma non serve solo il disco virtuale, infatti vengono regolate alcune impostazioni (come la memoria ram che si vuol dare al sistema operativo ospitato nella macchina virtuale).
    Dopo la procedura di preparazione della VM, si indica il CD-ROM (o DVD) da dove si vuole installare il sistema operativo.

  14. Francesco ha detto:

    Volevo una spiegazione su come configurare la porta com1 su virtualbox.Ho come sistema operativo Windows Vista e come sistema operativo emulato Xp professional.Grazie anticipatamente.

  15. valent ha detto:

    La periferica che vuoi usare deve essere funzionante su Vista, ovvero se non hai i driver per Windows Vista…

  16. Francesco ha detto:

    La periferica è perfettamente funzionante su Vista.Trattasi di periferica Usb>Com installata perfettamente sul sistema operativo host

  17. Francesco ha detto:

    Valent aspetto con ansia una soluzione.Grazie

  18. valent ha detto:

    🙂 Abbi un attimo di pazienza…
    Non ho capito bene cos’è questa usb>com.

  19. Francesco ha detto:

    Valent,ho risolto impostando la com1 e installando i driver sul sistema guest.Grazie comunque.PS:Dato che sul mio pc portatile non vi era la porta com,ho acquistato un adattatore Usb Com in commercio nei negozi specializzati.

  20. chry ha detto:

    ciao… come faccio ad installare un gioco se c’è inserito il cd di windows???

  21. chry ha detto:

    l’ultima mia domanda non guardarla… c’è un modo x mettere la virtualbox a tutto schermo ???

  22. valent ha detto:

    HOST + F
    HOST è il tasto che serve per uscire dalla macchina virtuale quando il mouse è catturato. Generalmente HOST è CTRL (quello destro sotto l’INVIO).

  23. chry ha detto:

    grazie… ultima domanda… si può installare i giochi ???

  24. valent ha detto:

    Sì.
    Ovviamente non tutti i giochi funzionano, dipende da videogame a videogame. Questo perchè alcuni giochi potrebbero fare uso di funzioni (tipicamente di protezione o di grafica avanzata) non disponibile o del tutto implementate in VirtualBox.

  25. Antonello ha detto:

    Ho installato windows XP con Virtual Box sul mio pc con Vista. ho provato ad installare alcuni programmi su XP non compatibili con Vista ma non riesco, mi vengono fuori gli stessi errori di incopatibilità di Vista. COme posso risolvere?
    Grazie

  26. valent ha detto:

    Quali messaggi di errore? Che programma hai usato?

  27. Antonello ha detto:

    Ho provato ad installare matlab 6.5, che non è compatibile con vista. alla fine dell’installazione viene fuori “Errore sconosciuto”,che se si va a vedere sul sito della Mathworks dice che è perchè quella versione non è compatibile con Vista.
    inoltre durante l’installazione mi viene fuori anche un errore che dice che manca il driver mllink5.dll in system32. ho provato a cercare il driver in rete ma con scarsi risultati.
    Ti ringrazio per la disponibilità
    Antonello

  28. valent ha detto:

    Stai installando il software nella macchina virtuale?
    Se nella macchina virtuale hai Windows XP o anche Windows 98 non dovresti avere problemi.

  29. Antonello ha detto:

    Si, installo sulla macchina virtuale, ho creato un’immagine iso e la carico nella macchina virtuale. Consigli?

  30. Guido ha detto:

    ciao
    ho installato il programma,tutto a posto si apre la schermata in dos e comincio a installare il So,cioè windows 98 parte l’installazione classica, ma quando arriva al controllo file,si ferma l’installazione a causa del file system,dice che win 98 non puo essere installato con NFTS ma necessita di fat32..ho provato a reinstallare virtual box e a creare un’altro spazio,per vedere se avevo omesso qualche opzione,ma nulla…
    puoi aiutarmi?
    grazie

  31. Guido ha detto:

    dimenticavo,sul pc ho vista home premium,vorrei installare win 98,10 giga lo spazio su disco 128mb la ram.

  32. Guido ha detto:

    c’è l’ho fatta…ma ora ho un’altro problema…non mi visualizza a tutto schermo..rimane in un quadretto…azz..

  33. valent ha detto:

    Le virtualbox guest additions sfortunatamente non forniscono i driver necessari per migliorare la grafica usando windows 98. Però è possbile installare Display Doctor 7 Beta che contiene dei driver che consentono di visualizzare Windows 98 con un numero maggiore di colori e lasciano cambiare la risoluzione. E’ necessrio però registrarsi (shareware) per poter usare Display Doctor 7 Beta. Tuttavia il codice di attivazione gratuito di Display Doctor 6 funziona con la versione Display Doctor 7 Beta. Dunque ti conviene usare il codice di Display Doctor 6 per attivare Display Doctor 7 Beta.

  34. yao88 ha detto:

    00:11:36.358 Guest Log: BIOS: CDROM boot failure code : 0004
    00:11:36.358 Guest Log: BIOS: Boot from CD-ROM failed
    00:11:36.360 Guest Log: Could not read from the boot medium! System halted.

    il cd è nel lettore DVD, l’unità è quella giusta, ma da sempre questo errore

  35. Cekkino ha detto:

    Ciao!! Ho installato or ora Virtual Box. Ho visto un po’ come funziona, l’ho configurato e tutto…xo non funzia!! Ho provato anche a rifare il procedimento di creazione di macchina virtuale altre 5 volte…con lo stesso risultato!!
    Sugli altri forum non spiega bene il motivo!!
    Cmq ho installato un sistema Windows 98 e Windows Me, e come Host ho Windows XP Pro.
    Mi dice: Could not read from the boot medium! System halted.
    Ke minchia significa????????????????
    Non riesco a capire!!
    Puoi spiegarmi cosa devo fare x cortesia????????????

  36. Cekkino ha detto:

    Lascia perde ciò ke ti ho chiesto!! Ho risolto!!
    Ora mi dice ke non è possibile (giustamente) far partire win 98 xke installato su C, poiché il disco locale è NTFS, mentre è richiesto un FAT o un FAT32. Ecco. Io ora ce l’ho un FAT32. Solo ke il file VM dei sistemi operativi vengono automaticamente installati nella cartella
    C:\Documents and Settings\Administrator\.VirtualBox.
    Quindi nel disco C. ke non è un FAT32 come già detto.
    Solo ke questo processo di creazione della cartella delle machines avviene automaticamente!!
    Come faccio quindi a spostare la cartella della VM di Win 98 sul disco FAT32???????????
    oppure è possibile far partire ugualmente Win 98 con il disco NTFS (anche se non penso)????????? Se si, come?????????????????????

    Please answer me!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    Thanks Sir =oP

  37. valent ha detto:

    @ yao88: Che versione hai di VirtualBox?

    @ Cekkino: Forse non hai ben capito come funziona la virtualizzazione. Il sistema operativo che vuoi adoperare nella macchina virtuale viene “installato” all’interno di un file che si chiamerà qualcosa tipo macchinavirtuale.vdi, VirtualBox farà in modo che windows 98 percepisca un hard disc e altro hardware. L’hard disc che Win 98 vede non è il disco rigido C: dove hai Windows XP, ma solo un’astrazione e in realtà i file di Win 98 vanno a finire nel file macchinavirtuale.vdi

  38. Cekkino ha detto:

    ok thanks!! il meccanismo dell’hard disk cmq l’avevo intuito!! Allora non me so spiegato io!!
    Voglio dire, xke allora mi dice ke non è un volume FAT o FAT32??
    Visto ke non riconosce il disco C ke è NTFS dovrebbe funzia’!!
    E invece nnt!! Dovrebbe chidermi allora ke tipo di volume voglio creare, un NTFS, un FAT, ecc.!! Però sulla procedura di creazione dell’hard disk non dice un’emerita sega al riguardo!! Perché????????? Cosa sbaglio??????

  39. valent ha detto:

    Fai formattare il disco (che naturalmente è il file macchinavirtuale.vhd) da Windows 98. Mi pare premendo il tasto R quando compaiono ancora le schermate blu durante l’installazione.

  40. Roberto ha detto:

    sistema operativo host: winXP
    sistemi operativo guest 1: winXP
    sistemi operativo guest 2: winnP

    Volendo creare una mini rete tra guest 1 e guest 2, come devo configurare virtualbox sul sistema operativo host?

  41. valent ha detto:

    Scusa per il ritardo 🙁
    Dovresti scegliere la NAT.
    Poi all’interno delle virtual machine esegui il comando:
    Start>Esegui e digiti
    ipconfig
    Dovrebbe esserti restituito l’indirizzo IP della macchina, con quel indirizzo puoi usarlo se crei delle cartelle condivise o altro.

  42. 7fabio7 ha detto:

    Salve… volevo chiedere quali sono gli ”accorgimenti” per poter virtualizzare Leopard sul Virutalbox

  43. valent ha detto:

    Prova a vedere. Scegli un profilo tipo BSD e quindi FreeBSD.
    Ricordati di abilitare PAE, chissà che con nuove versioni di VirtualBox non funzioni.
    Ti ricordo che non è possibile usare MAC OS X su computer non Apple.
    Per altre info: http://forums.virtualbox.org/viewtopic.php?t=2076

  44. Andrea ha detto:

    Ciao. Ho installato Virtual Box 4 mesi fa.
    Sistema operativo host: VISTA
    Sistemi operativo guest: LINUX (KDE)

    Fino ad ieri tutto ok.
    Nella nella schermata di avvio di Virtual Box mi è comparso il seguente errore:

    *****************************************************************
    Could not load the settings file ‘C:\Users\Andrea\.VirtualBox\Machines\Linux\Linux.xml’ (VERR_OPEN_FAILED).

    FATAL ERROR: Unknown element ‘Order’
    Location: ‘C:\Users\Andrea\.VirtualBox\Machines\Linux\Linux.xml’, line 20, column 44.

    Codice&nbspd’uscita: E_FAIL (0x80004005)
    Componente: Machine
    Interfaccia: IMachine {31f7169f-14da-4c55-8cb6-a3665186e35e}
    *****************************************************************

    Ho aperto una copia del file Linux.xml con un editor. Ci sono le seguenti righe:

    *****************************************

    *****************************************

    Come posso risolvere il problema?
    Grazie.

  45. Andrea ha detto:

    Noto che non sono state caricate le righe del file xml.
    Le riporto di seguito.

  46. Andrea ha detto:

    Continua a non caricarle!
    I comandi sono del tipo:
    order device=”DVD” position=”2″/
    tra i simboli .
    Ci sono tre order: il primo per il Floppy, position 1, il secondo per il DVD, position 2 ed il terzo per l’HardDisk, position 3.

    Grazie.

  47. valent ha detto:

    Se hai problemi con il file di configurazione della macchina e non hai mai creato degli snapshot, puoi sempre creare una nuova macchina virtuale alla quale assocerai un disco esistente (il file immagine contenente linux).

  48. Gianluca ha detto:

    Tutto ok!!!
    Dopo la prima ed unica installazione su Sony Vaio con S.O. UBUNTU, Virtualbox ha caricato e fatto girare alla grande XP!!!
    Ho un piccola problema … le porte USB come le monto nel XP di Virtualbox???? Esiste una procedura?? Devo intervenire tramite le porte COM ??
    GRAZIE 1000 in anticipo a chi gentilmente aiuta me e tutti gli interessati alla querry!!

  1. 18 Marzo 2009

    […] Creare una macchina virtuale con “Sistema operativo” Linux 2.6 a 32 bit, con 512 MB di RAM. Per quanto riguarda l’hard disc virtuale scegliere di utilizzarne uno esistente (indicare la posizione dell’immagine disco .vhd scaricata dalla rete). Ad ogni modo per la preparazione di una virtual machine vi rimando alla guida + video virtualbox. […]

  2. 4 Maggio 2009

    […] VirtualBox è un programma che permette di adoperare più sistemi operativi contemporaneamente senza dover formattare o partizionare il disco rigido, quindi consente di evitare di commettere errori che possono portare alla perdita dei dati memorizzati sul hard disc. […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *