VMGL su VMware Server

VMGL sono le librerie per l’accelerazione 3D che permettono di ottenere prestazioni 3D molto vicine alle performance native su una macchina virtuale. Per poter adoperare queste librerie è necessario che sulla macchina che esegue la virtual machine sia abilitata il supporto 3D da parte della scheda video (ATI/AMD, Intel, Nvidia che sia…).
Reperire i file necessari: vmgl-0.1.tar.bz2 l’archivio valido per host e per guest; oppure i due rpm: vmgl-guest-0.1-1.i386.rpm e vmgl-host-0.1-1.i386.rpm

Dopo aver verificato che l’accelerazione 3D sia attiva bisogna installare, con un pacchetto .rpm oppure dai sorgenti, le librerie dedicate all’host.
Il pacchetto rpm adatto per architetture x86 inizia con vmgl-host mentre il tarball (sia bzip sia gzip) è unico per l’host che per la virtual machine.
Per installare il pacchetto (OpenSuse, Fedora, Red Hat, Mandriva):
# rpm -i vmgl-host-0.1-1.i386.rpm
Per installare partendo dai sorgenti (Ubuntu, Debian, x86_64…):
decomprimere l’archivio:
$ tar xvfj vmgl-0.1.tar.bz2
entrare nella cartella vmgl.hg poi digitare:
$ make
per installare, esclusivamente per, l’host:
# make install-host

Ok, una volta installate le librerie per l’host è necessario occuparsi anche della virtual machine.
Caricare il pacchetto guest oppure l’archivio compresso sulla macchina virtuale usando il comando scp:
$ scp -P 22 vmgl-guest-0.1-1.rpm root@linux-cucu:/root/
linux-cucu è il host name della VMware machine che può essere ottenuto usando il comando “uname -n” sul guest.
Se il nome non viene riconosciuto è possibile inserire l’indirizzo ip della scheda di rete associata.
vmgl-guest-0.1-1.rpm è il nome del file da copiare (vmgl-0.1.tar.bz2 se si usa il tarball).
Caricato il file, bisogna installarlo similmente alla prcedura descritta prima, per i sorgenti si deve usare make install-guest e non make install-host.
Dopo ciò si deve modificare il file /etc/X11/xorg.conf aggiungendogli nella parte “Module”:

Section “Module”
Load “vmglext”

Aprire, da root, il file /etc/environment. Metterci la seguente riga:
GLSTUB = linux-host:7000
Dove linux-host è il nome del host, ottenibile con il comando “uname -n”.
Se la macchina virtuale non dovesse riuscire ad associare nome della macchina all’host è possibile inserire nel file /etc/hosts una riga tipo:

192.168.219.1 linux-host.site linux-host

Dove il numero è l’indirizzo ip della scheda dell’host, la seconda parola è il nome dell’host più un punto e il nome del dominio, mentre la terza è il nome abbreviato.

Successivamente si può riavviare X, premendo ctrl+alt+backspace.
Nella macchina host si deve modificare il file /etc/ssh/ssh_config abilitando:
ForwardX11 yes
e impostando anche
ForwardX11Trusted yes
Con accesso da root digitare il comando
# xhost +local:
Queste ultime tre operazioni servono per autorizzare l’inoltro di X.
Avviare il demone stub (sempre sull’host):
# stub-daemon
Poi aprire una sessione ssh dall’host verso il guest.
# ssh -p 22 linux-cucu
Dove linux-cucu è il nome della virtual machine.
Ora ci si sposta sul guest.
Avviare da root un X forwarding usando il comando:
# ssh -X linux-host
Dove linux-host è il nome del host, ottenibile con il comando “uname -n”.

Ora è possibile controllare se tutto funziona correttamente usando il comando sulla virtual machine nel prompt mostrato da ssh -X:
linux-host:~ # glxinfo

Se nell’output appaiono le seguenti righe, le librerie saranno operative:

OpenGL vendor string: H. Andres Lagar-Cavilla
OpenGL renderer string: VMGL
OpenGL version string: 1.5 VMGL 1.9

Adoperando il comando glxgears si possono ottenere delle informazioni sulle prestazioni.

with vmgl

Se avete problemi, commentate.

11 pensieri riguardo “VMGL su VMware Server

  1. nik ha detto:

    Ciao, che interfaccia di rete tra host e guest hai utilizzato?
    NAT, Interfaccia Host?

  2. valent ha detto:

    Non ho la certezza ma mi pare fosse NAT ma dovrebbe funzionare anche nel caso di un host interface.
    Bridge non funzionava.

  3. nik ha detto:

    ..stasera provo con la configurazione NAT, perchè con l’host interface + uno script di inizializzazione, funziona ma mi molla la connessione ad internet!(stò provando con VirtualBox) Un ultima cosa, il comando xhost +local non ti da nessun tipo di errore? Grazie!! ciao.

  4. valent ha detto:

    No, il comando per autorizzare l’x forwarding non mi da errori. ci sono problemi?

  5. nik ha detto:

    mi da un’errore ma ora non ricordo; ..mi sembra qualcosa del tipo “bad hostname …” Bho?!? non mi viene in mente!
    stasera ti faccio sapere (…insomma ti rompo un po le scatole!)

  6. nik ha detto:

    rieccomi,
    il comando xhost +local me lo prende senza errori, il problema è che essendoci la configurazione NAT quando tento di aprire una sessione ssh mi dice “ssh: connect to host port 22: No route to host”. Host e guest non riescono a parlarsi.

  7. valent ha detto:

    Quali sono gli indirizzi IP forniti all’host e al guest?

  8. Gianky ha detto:

    Ciao,
    è possibile usare VMGL su VMware Server, con client ubuntu e host windows xp?

  9. valent ha detto:

    No, entrambi devono essere GNU/Linux.

  10. ivan ha detto:

    scusa ma dove scarico il vmgl per vmware con windows xp?

  11. valent ha detto:

    Questo software serve solo se all’interno della macchina virtuale c’è Linux e il sistema operativo installato sull’hardware è Linux pure.
    Se hai anche un solo Windows, non puoi usare VMGL. Ti consiglio di installare invece VMware Workstation se intendi usare l’accelerazione 3D nelle macchine virtuali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *